giovedì 21 giugno 2012

Marmellata di ciliegie 2 di Aurora

Non ha nessun tipo di zucchero aggiunto da me medesima, MA ho messo una busta di fruttagel che all'interno un po' di zucchero lo ha. Ora, una busta pesa 40 g e c'è dentro anche gelificante, pectina, destrosio, succo di limone disidratato, quindi non credo poi che di zucchero e glucosio ce ne sia tanto, comunque è venuta buonissima e se per un qualsiasi motivo vogliamo stare attenti agli zuccheri, ma avere una buona marmellata di ciliege questa potrebbe essere una buona ricetta.

600 g di ciliegie snocciolate
1 mela frullata con la buccia
1 busta di Fructagel
1 bicchiere piccolo (da vino) di vino rosso... più è corposo meglio è.

Mettere le ciliegie in una pentola alta, aggiungere la mela frullata, il vino rosso e dare una frullatina con il frullatore a immersione... poco, i pezzetti di frutta devono rimanere.
Aggiungere subito a freddo la busta di Fructagel e lasciar bollire il tempo necessario per addensare il sugo... senza zucchero io l'ho fatto cuocere a fuoco allegro per circa 35 minuti.
L'ho lasciata sul fuoco e intanto con un mestolino dalla pentola in ebollizione ho versato la marmellata dentro i barattoli... con questa quantità di ciliegie mi sono venuti 4 barattoli formato Rigoni per capirci.
Ho messo un barattolo alla volta nel MO, ho dato 1 minuto alla massima potenza (guardarlo a vista, come vuole uscire dal barattolo spegnere subito) e poi ho chiuso con il coperchio.
Li ho messi capovolti in una cesta con delle lenzuola di flanella a fare il sottovuoto che è già avvenuto e li lascio raffreddare lì dentro.

La marmellata è gelatinosa, lucida e buonissima, dolce, ma con una nota asprigna che a me piace molto.

Risotto al sambuco di Aurora

Per questo risotto occorrono dei fiori di sambuco freschi, appena sbocciati o comunque sbocciati da poco e raccolti lontano da strade trafficate.

Non so quanti erano, ma saranno stati una decina di fiori, ho tagliato solo i fiori.

Ingredienti per 2/3 persone

Una decina di fiori di sambuco
brodo
200 g di riso carnaroli
burro o panna o ricotta (a vosto gusto)
1 scalogno o cipolla
1 foglia di basilico
parmigiano grattugiato

Preparare un risotto bianco normalissimo.
Io ho messo i fiori di sambuco in un colino e ho messo il colino con i fiori nel brodo lasciandoli dentro per 2 minuti a fuoco vivace.
Da metà cottura in poi ho cominciato a inserire i fiori scottati e scolati continuando ad usare per il risotto il brodo nel quale sono stati scottati.
A fine cottura mantecarlo a piacere inserendo anche una foglia di basilico spezzettata.

Risotto agli spinaci teneri di Aurora


Con il primo tagli di spinaci ancora teneri teneri ho preparato un risotto.

Preparare un normale risotto alla parmigiana.
Mentre il risotto cuoce, stufare gli spinaci in una padella con un po' d'olio e un po' di cipolla
Quando il risotto è quasi pronto, aggiungere gli spinaci frullati e poi burro e formaggio.

Tegame di seppie di Rosetta


per 2 porzioni

2 seppie
2 acciughe dissalate
3 spicchi di aglio (io abbondo sempre, fa bene alla pressione)
2 cipolle ramate piccole
2 pomodori a grappolo maturi
2 patate medie
prezzemolo
10 olive al forno o snocciolate
olio q.b.
Sale e pepe q.b.

Pulire le seppie, lavarle, tagliare a pezzettini i tentacoli e a filetti la sacca aperta.
In un tegame versare l'olio, le acciughe dissalate e spezzettate, e l'aglio e la cipolla tritati. Rosolare dolcemente finchè le acciughe sono sciolte.
Unire le seppie, le olive, lasciarle insaporire e aggiungere i pomodori tritati.
Cuocere per 15 minuti, salare, pepare e poi aggiungere le patate.
Portare a cottura per altri 15 minuti circa, spolverare con prezzemolo tritato e servire.

Pizza alla scarola di Azalea



pasta per pizza
800 g scarola
aglio
cipolla
olive nere
capperi
100 g filetti d'acciughe sotto'olio

Sbollentare la scarola in acqua salata, scolarla, strizzarla e farla appassire nell'olio con aglio, cipolla a rondelle, olive e capperi.
Poi togliere dal fuoco e unire le acciughe.
Distribuire questo composto sul disco di pasta e cuocere a 220°c per 15-20 minuti.

Torta ananas di Maria

molto semplice;
ho imburrato uno stampo un po piu' largo del solito in modo che la torta non risulta alta, perche' anche se vuoi tagliare mezza rondella di annanas e abbastanza grande,
disposto sullo stampo le ananas, ho fatto un semplice pan di spagna con
 5 uova
 mezzo bicchiere di olio
1bicchiere di zucchero
400gr di farina lievitante
1 ccucchiaio di cioccolato in polvere,
vanillina essenza ,
prima di versare la pasta nello stampo ho amalgamato 2 cucchiai di ananas tagliati a pezzettini,
ho infornato per 35 minuti a cottura fatta e fredda l'ho' rovesciata sotto sopra,
 tagliata a meta spruzzata con succo di ananas farcita con crema pasticcera e spolverata con zucchero a velo un picccolo kangurino al centro per sottolineare il compleanno australiano e voila'

Borlotti al pomodoro di MariaPia

3 mestoli di fagioli lessati
3 fettine di prosciutto crudo a listarelle
1 cipollina tritata
1 porro tritato
maggiorana abbondante
8 pomodorini divisi in quarti
200cc di passata di pomodoro
sale
olio exv


In una pentola versare l'olio, il prosciutto, la cipolla e il porro, dopo un po' versare i fagioli, fare insaporire, quindi aggiungere i pomodorini e la passata, salare e cuocere a fuoco debolissimo con coperchio.
Alla fine quando si è formato un sughetto, l'olio è tornato in superficie, cospargere con la maggiorana.

Torta di frutta di Cinzia


per la base dj pasta frolla:
300 g di farina 00
150 g di burro
150 g di zucchero
1 uovo
1 tuorlo
buccia grattugiata di un limone
un pizzico di sale

sabbiare farina e burro ed aggiungere poi lo zucchero e gli altri ingredienti.
Ho usato una tortiera di 33 cm di diametro, vi ho steso la pasta, bucherellata con una forchetta, ed ho cotto per 20 minuti a 180°C

per la crema:
4 tuorli
100 g di zucchero
50 g di farina
un pizzico di sale
una bustina di vanillina
500 g di latte

farla freddare e stenderla sulla base di pasta frolla.

frutta a piacere
io ho usato
una banana bagnata col succo di limone per non farla annerire
due kiwi
un grappolo di uva rosata
fragole
un'arancia pelata a vivo
una pera piccola

per lucidare
una bustina di preparato gelificante per torte (tortagel della Paneangeli)seguendo le istruzioni sulla bustina
(come liquido ho usato metà acqua, metà vino di zibibbo, poco succo di limone)

Gauffre o wffel di Valentina

Ingredienti (mi pare di averne sfornate 8-10 ma le hanno sbranate così in fretta che non le ho potute contare):
125 g burro
175 g zucchero
3 uova
vaniglia
cannella
succo e la scorza di 1/2 limone
250 g farina
1/2 bustina di lievito x dolci
sale q.b.
latte q.b.

Procedimento:
Montare burro e zucchero aggiungere, nell'ordine:
uova, aromi, limone, farina, lievito e latte q.b. fino a ottenere una pastella densa, far riposare 1 ora in frigo e utilizzare con l'apposito attrezzo
I miei poi le ricoprono di sciroppo d'acero, cannella e zucchero a velo ma si può procedere a piacere.

nota di valentina:
per la prima volta, ho provato a farle senza burro (olio di riso) e senza farina (fecola e farina di riso) e sono venute benissimo lo stesso.

Spiedini arrostiti di sardine di Fiorella

come mi sia balenata, non lo so.
alla pescheria c'erano queste belle sardine fresche
e ho subito pensato che questa sarebbe stata la loro morte...

pan grattato, erbe aromatiche ( timo, maggiorana, prezzemolo, cedrina e origano) scroza
di limone grattugiata e olio evo.
steso questo mix sulle sardine e arrotolate, infilzate sullo spiedino e passate
di nuovo nel mix aromatico.

un bel fuoco nel camino ed il gioco è fatto!
buonerrime!!!!

Paella di pesce alla Fiorella


per 4 persone                                                        


650 gr. riso bomba
brodetto di pesce ( l'ho fatto con teste e alcuni carapaci e teste di gamberi e scampi, parti dure di seppie e
calamari, qualche lisca di pesce chiesta alla pescheria, sale di cervia alle alghe. ho aggiungo anche
il liquido delle cozze)
2 grossi calamari
10 seppioline
10 gamberoni
15 scampi medi
1 kg. di cozze
pimenton piccante ( comeprato a valencia)
zafferano
aglio e prezzemolo
olio evo e sale q.b.
tre dita di vino bianco secco ( avevo il vermentino) a temperatura ambiente

puliti tutti i crostacei e i molluschi, ho fatto aprire le cozze con un filo di olio, poi le ho condite
con prezzemolo aglio tritati, levate dal guscio tutte, tranne 5 o sei per guarnire.
ho tagliato ad anelli i calamari e a pezzetti le seppie e tutti i tentacoli. ho sgusciato alcuni
gamberi e scampi, usando tutti gli scarti per il brodetto, oltre al liquido di cottura delle cozze.
nel frattempo ho pestato nel mortaio uno spicchio grosso di aglio a cui ho unito un cucchiaino abbondante
di pimenton e lo zafferano. ho aggiunto due cucchiaio di brodetto di pesce caldo ed ho mescolato accuratamente e
lascaito riposare.
poi, con tutti gli ingredienti a portata di mano, ho messo in padella olio evo ed un grande spicchio di aglio
a pezzetti. quando l'aglio ha iniziato a colorire, ho aggiungo seppie e calamari e, a fuoco vivace ho lasciato
cuocere per 5/6 minuti. levati dalla padella e tenuti da parte.
messo in padella anche scampi e gamberoni, tranne 4 che ho tenuto da parte per guarnire.
cotti i crostacei per 5 minuti e messi da parte.
ho aggiunto un filo di olio nella padella e messo a tostare il riso a fuoco vivace, bagnando con il vino bianco.
a questo punto ho aggiunto il mix di zafferano, pimenton ed aglio, mescolato rapidamente, steso il riso
in uno strato omogeneo ed aggiunto brodetto di pesce, fino a coprire totalmente il riso
( sul pacchetto di riso bomba dice che per una parte di riso, serve una parte e mezzo di liquido, ma
secondo me ne ho messo di piu')
e abbassato leggermente il fuoco senza mescolare piu'.
dopo dieci minuti ho aggiunto seppie e calamri, cercando di schiacciarli per farli un po' penetrare nel
riso. dopo altri cinque minuti ho aggiunto le cozze, gamberi e scampi gia' cotti.
per ultimi ho sistemato i gamberoni e le cozze di guarnizione. lasciao cuocere ancora 4 minuti,
girando i gamberoni con una pinza, perchè si cuocessero.
ho spento il fuoco e coperto con un canovaccio, lasciando riposare per 3 minuti ( come scritto
sulla confezione del riso bomba)

Torta cioccolato e pangrattatodi Azalea



130 g burro morbido
4 uova grandi
130 g zucchero
50 g cioccolato
50 g pangrattato
1 bustina di lievito

Lavorare lo zucchero con il burro fino a quando diventa una crema, poi aggiungere i tuorli (uno alla volta), poi il cioccolato (potete usare sia quello in polvere che quello fondente fuso), il pangrattato, il lievito e infine gli albumi montati a neve.
Foderare una tortiera (22-24 cm) con carta forno e cuocere a 180°C per 40 minuti.
Una volta fredda tagliare a cubetti e cospargere di zucchero a velo.

Carbonara di riso di Azalea




350 g riso
150 g pancetta a dadini
3 tuorli
parmigiano grattugiato
pepe
sale


Lessare il riso in abbondante acqua salata, poi farlo intiepidire.
In una padella antiaderente soffriggere la pancetta (potete utilizzare un filo d'olio, ma io lascio sempre senza condimento perchè poi la pancetta lo rilascia già di per sè), unire il riso scolato e intiepidito e far insaporire.
Sbattere i tuorli col formaggio e il pepe, versare sul riso (a fuoco spento) e amalgamare bene finchè si sarà formata una cremina omogenea.

Pizza in bianco dei poveri di Azalea

Pizza in bianco dei poveri

abbondante pane raffermo
250 g ricotta
mezzo litro latte
1 uovo
burro
basilico
sale
pepe
prezzemolo
formaggio grattugiato

Ammollare il pane nel latte tiepido, poi strizzarlo e pesarlo (deve essere pari al peso della ricotta).
Lavorare la ricotta con una forchetta, unire il pane strizzato, il prezzemolo tritato e il basilico spezzettato, l'uovo, il sale e il pepe.
Stendere l'impasto in una teglia imburrata o su carta forno, cospargere col formaggio e qualche fiocco di burro.
Infornare a 180°C per 20 minuti finchè la superficie risulterà dorata.

martedì 12 giugno 2012

La mia paella di Mamylaura


400 gr riso (io ho usato il parboiled perchè avevo quello in casa)
fumetto di pesce
1 cipolla grande dorata
2 spicchi d'aglio
paprica dolce-curry-zafferano q.b.
1/2 peperone rosso medio
1/2 peperone giallo medio
2 pomodori
1 tazza di piselli

(le quantità del pesce non so darvele precise)
indicativamente mezzo sacchetto di arselle
1/2 sacchetto di cozze
3 calamari medi
2 totani
4 scampi
due belle manciate di gamberetti freschi

procedimento:
preparare il fumetto (io l'ho fatto con un pezzo che mi ha dato il pescivendolo, fatto bollire in acqua con cipolla, carota, sedano, alloro, prezzemolo e quasi all'ultimo il sale)
La pescivendola mi aveva pulito già quasi tutto a parte i gamberetti...
ho fatto aprire arselle e cozze e le ho messe da parte.

ho preso la padella e ho versato circa 12 cucchiai d'olio, l'ho scaldata bene è ho cotto gli scampi girandoli ogni tanto per circa 5-7 minuti, poi li ho tolti e messi da parte.
Ho tagliato cipolla e aglio piccolissimi, li ho messi nell'olio e ho stufato a fuoco basso per circa 5 minuti,
ho aggiunto le spezie (curry-paprica dolce e zafferano) la dadolata (dadini piccoli piccoli) di verdura e l'ho stufata altri 5 minuti,
dopodichè ho spostato la verdura ai lati della padella e al centro ho messo gamberi sgusciati, totani e calamari tagliati a pezzetti, (la mia padella di rame è molto larga direi 34-36 cm) appena i gamberi si sono dorati li ho tolti e messi da parte, ho mischiato verdure seppie e totani per altri 5 minuti,
ho aggiunto il riso, l'ho coperto col fumetto e un pochino d'acqua fino a che sono arrivata a coprir, di un dito raso circa, il riso, ho aggiunto il sale che mancava, ho mescolato un attimo per amalgamare gli ingredienti,
dopodichè ho fatto cuocere senza più mescolare per circa 15 minuti, 2 minuti prima di spegnere la fiamma ho aggiunto gamberi, arselle e muscoli, schiacciandoli bene nel riso, ho messo le cozze e gli scampi ha decorare, ho lasciato per 2-3 minuti sul fuoco...
ho spento e lasciato riposare 2 minutini...

Polpo al vino rosso di Azalea


Polpo al vino rosso

1 polpo pulito di circa 1,5 kg
20 g burro
1 spicchio d'aglio
1 bicchiere vino rosso
2 foglie alloro
1 ciuffetto basilico
pane casereccio tostato
sale
pepe

Sbucciare l'aglio, rosolarlo con olio e burro ed eliminarlo quando inizierà a colorirsi.
Aggiungere al condimento il polpo intero, farlo insaporire per qualche istante, poi irrorarlo col vino.
Unire l'alloro e cuocere a fuoco dolce per circa 1 ora, rigirandolo di tanto in tanto e unendo, se necessario, poca acqua calda.
Quando sarà tenero e la salsa della giusta consistenza, toglierlo dal fuoco, insaporirlo con sale, pepe e basilico sminuzzato.
Servirlo accompagnato con il pane tostato.

Tacchino di mare di Azalea

Per uno spuntino veloce o un antipasto sfizioso.

Tacchino di mare

12 fette di arrosto di tacchino
300 g trota affumicata
100 g maionese
senape
panna
sale

Lessare o cuocere nel microonde la trota, poi sminuzzarla, togliendo le lische, e mescolarla con la maionese, un cucchiaino di senape, 50 ml di panna e sale.
Spalmare questa crema sulle fette di tacchino, arrotolarle a sigaro e servire.

giovedì 7 giugno 2012

Vellutata di ceci con calamaretti di MariaPia




150g di ceci lessati o una scatola di ceci
1 cipolla tritata
20g di pancetta dolce
brodo vegetale
sale
olio exv

300g di calamaretti decongelati
1 scalogno tritato
olio exv
sale
vino bianco
prezzemolo tritato

In una padella fare rosolare in olio exv la cipolla, aggiungere i ceci scolati e la pancetta, fare insaporire, poi aggiungere il brodo vegetale a coprire i ceci salare e fare boliire x 10 minuti.
Frullare con il minipimer

Tagliare i calamaretti ad anelli usando anche il ciuffo
in olio exv fare rosolare lo scalogno, aggiungere i calamaretti, dopo poco sfumare con il vino, salare e cuocere x 15 minuti, a fine cottura cospargere di prezzemolo tritato finissimo

Piatto 2 cucchiai di vellutata con sopra i calamaretti con il loro intingolo
Sopra un filo di olio exv

Mele gratinate di Azalea



1 kg di mele
50 g uvetta
50 g pinoli
3 tuorli
2 dl panna fresca
1 dl latte
120 g zucchero di canna
1 dl succo di mele
una bustina vanillina
burro
2 limoni non trattati
1 cucchiaio di zucchero a velo

Ammollare l'uvetta in acqua tiepida, poi scolarla e strizzarla.
Portare a bollore il latte con la panna e la vanillina, poi far raffreddare.
grattugiare la scorza di un limone e spremere entrambi gli agrumi.
Sbattere i tuorli con lo zucchero di canna, unire il composto di panna e latte, l'uvetta, i pinoli, il succo di mele, la scorza del limone e mescolare bene.
Lavare e affettare le mele sottilmente (non sbucciarle), spruzzarle col succo del limone per non farle annerire e sistemarle sul fondo di una pirofila da forno ben imburrata, accavallandole (si possono usare anche le pirofiline monodose).
Versarvi sopra la crema preparata, cospargere con lo zucchero a velo e infornare in forno caldo a 180°C per 45 minuti, accendendo anche il grill negli ultimi minuti.
Servire tiepido.

Carote al curry di Azalea

500 g carote
200 ml latte
100 ml acqua
curry
sale
pepe
burro
prezzemolo tritato
mandorle a filetti

Raschiare le carote, tagliarle a rondelle e cuocerle in un pentolino in cui avrete messo latte, acqua, sale, pepe e un cucchiaino di curry.
Quando saranno asciutte unire le mandorle e il burro, mescolare, cuocere ancora per qualche minuto e servire cosparse di prezzemolo tritato.

Gratin di cipollotti di Azalea



1.8 kg di cipollotti
burro
pangrattato
senape forte
sale

Per la besciamella:
60 g burro
60 g farina
400 ml latte



Pulire e sbollentare per 10 minuti i cipollotti.
Preparare una besciamella col burro, la farina e il latte, poi insaporirla con sale e un cucchiaio di senape forte.
Condire i cipollotti con la salsa, versarli in una pirofila imburrata e cosparsa di pangrattato (oppure fare 4 pirofiline), cospargere la superficie con altro pangrattato e fiocchetti di burro e gratinare in forno a 180°C per 35 minuti.

Riso e tacchino al curry di Azalea


300 g riso
6 fette di petto di tacchino
burro
farina
curry
acqua
sale
mezzo dado da brodo vegetale

Lessare il riso in abbondante acqua salata.
Nel frattempo tagliare ogni fetta di tacchino in 4 parti, infarinarle e passarle in padella con una noce di burro.
Rosolarle da entrambi i lati, unire il curry (quantità in base al vostro gusto), 2 bicchieri d'acqua e il mezzo dado.
Regolare di sale e far cuocere per qualche minuto, finchè la carne sarà cotta e il sughetto un po' addensato.
Mettere nei piatti individuali una porzione di riso, adagiarvi sopra i pezzi di tacchino e irrorale col sughetto.
Si può anche usare il petto di pollo o il vitello.

Tiramisu alle fragole di Mamylaura


ingredienti
per la crema:
500 gr mascarpone
3 uova
6 cucchiai di zucchero

per il frullato di fragole:
2 cestini di fragole
2 cucchiai di zucchero

per bagnare i savoiardi:
latte aromatizzato alla vaniglia

Montare i bianchi a neve con un pizzico di sale,
sbattere i tuorli con lo zucchero, aggiungere il mascarpone fino ad ottenere un composto denso e cremoso, aggiungere delicatamente i bianchi montati a neve.
Passare i savoiardi nel latte aromatizzato, posarli sul fondo della teglia, coprire con la crema al mascarpone e sopra mettere il frullato di fragole e zucchero,
fare due strati come per un tirasimù normale...

Guti o cudduracci di Maria

 700 gr, di farina
250 gr, di zucchero,
100gr di burro e mezzo biccchire di olio
250 gr, di lm rinfrescato +10 gr lb,
4 tuorli e 3 uova intere,
mezzo bicchiere di succo di arancia.
la buccia di un limone grattuggiata ,
la buccia di una arancia grattuggiata
un pizzico di sale e uno di cannella


Ho preso un po di farina dai 800 gr,aggiunta al lb, e al lm
ho fatto un lievitino inabbondante una ciotola , poi quando era pronto ho amalgamato ll tutto,
composte le treccie e adagiate su le uova bollite
messe su una teiera coperta da carta forno ,
ho infornato a gr, 230, preriscaldato per 10 minuti ,
abbassata la temp a 180 gr, cucinati per altre 40 minuti, e voila'
sono soddisfatta , riscoperte dei vecchi sapori